CATERINA

caterina-vitellozzi-

Caterina Vitellozzi è nata a Roma ed è laureata in Lingue Orientali. L’arte, la sua valenza antropologica e sociale nelle varie culture, è una passione che Caterina matura e approfondisce durante i suoi viaggi e nel corso della sua carriera lavorativa nel campo della comunicazione. Il mosaico, di cui apprende i fondamenti e le tecniche alla scuola del Gruppo Mosaicisti di Ravenna, rappresenta il punto di partenza del suo percorso artistico che si evolve attraverso la sperimentazione e la contaminazione di diverse tecniche artistiche: dai procedimenti del mosaico classico fino ai linguaggi interdisciplinari dell’arte contemporanea.

Caterina focalizza la sua ricerca sulla relazione tra umanità, natura e ambiente: i suoi lavori invitano a pause di riflessione e creano stimoli per raggiungere nuovi equilibri per un futuro sostenibile e armonico.

“Mi piace scegliere, toccare, tagliare e combinare materiali diversi: da quelli più caldi e naturali quali alberi, pietre, ori e frammenti di natura, a quelli apparentemente più freddi e aspri quali smalti, marmi, vetro, ferro, pezzi di cemento. Mi piace metterli insieme e creare ogni volta un loro nuovo equilibrio capace di comunicare qualcosa al nostro ‘intimo sentire’.

“Ogni mia composizione è unica e in essa cerco di “racchiudere” quella purezza primordiale, fatta di luce, energia e vibrazioni, in grado di animare la nostra sensibilità e accendere la nostra abilità di contemplare, ascoltare e condividere”.

Caterina Vitellozzi was born in Rome and she graduated in Chinese studies. Art, its anthropological and social meaning across different cultures, is a passion that Caterina has cultivated during her travels and her professional career in communications. Mosaic, whose techniques she learned at the Ravenna Gruppo Mosaicisti school, is the starting point of her artistic journey evolving towards experimentation and cross-fertilization of different art techniques: from classic mosaic procedures to the interdisciplinary modes of contemporary art.

Caterina focuses her attention on the relationship between human landscapes, nature and environment: her work suggests a pause for reflection and poses a challenge to achieve new balances for a sustainable and harmonious future.

“I like to choose, touch, cut and match different materials: from the warmer and more natural ones such as trees, stones, gold and fragments from nature to the colder and harsher ones such as smalti, marble, glass, iron and pieces of concrete. I like to combine them to create a new balance every time, a balance communicating directly to our ‘innermost feelings’.

“In particular, every work I create is unique, as I want to encompass visions of pure primary scenes, rich in light, energy and vibrations, that animate our sensibilities and our ability to contemplate, listen and share”.